Due parole sui funghi… passione di Augusto

I funghi dell’ Alta Valle Argentina
La Strega di TrioraLa posizione invidiabile della Valle Argentina, in particolare l’alta valle, grazie alla sua conformità ed estensione territoriale vanta alcune delle più belle foreste dell’arco alpino, ed ha una grande risorsa : i funghi. (… Il comune montano di Triora è il più esteso della provincia di Imperia).
La tipologia del terreno, i boschi rigogliosi dalle diverse varietà di alberi, creano un habitat particolarmente favorevole alla nascita dei funghi spontanei.
Castagni, , noccioli, , ed erica, , danno vita ai prelibati porcini (Boletus edulis), alle ricercate gallette, (Cantharellus cibarius), alle particolari trombette da morto (Cratarellus cornucopioides), ed ai colorati e profumati frattoni, ( Russula cianoxantha e Russula virescen); querce, radica, e faggi ai famosi porcini “tabacchin” meglio conosciuti come Testa nera (Boletus Aereus).
Salendo a quote più elevate le foreste adeguandosi ad un clima decisamente più montano cambiano varietà di piante e sono quindi i pini, i larici, e gli abeti che danno dimora ai famosi cicotti, (Tricholoma portentosum) -ottimi sott’olio- ai sanguin (Lactarius deliciosus) e al maestoso porcino di abete (Boletus pinophilus).
Particolare per il suo luogo di nascita, nelle radure alpine troviamo la gamba secca (Marasmius oreades) … a noi molto caro in quanto cresce in cerchi d’erba di colore più intenso chiamati ….“circoli delle streghe”. Simpaticissima per la sua forma ad ombrello è la -teula- o mazza di tamburo (Lepiota procera), ottima alla brace con il bruzzo.
Più raro ma forse per questo di maggior pregio il RE: mister Ovulo (Amanita caesarea).

Per ulteriori informazioni …venite a trovarci!

Negozio: Funghi